Aggiornamenti e considerazioni sulla delega consiliare per il Parco ex Ila

Antonio Sassi, 45 anni, legnanese da sempre, marito e padre di 3 figlie, sul piano professionale è dirigente di un consorzio di enti di formazione del mondo cattolico lombardo. Attivo in ambito ecclesiale (prima come Responsabile della Caritas Decanale di Legnano, ora come membro del Consiglio Pastorale della Parrocchia S.Teresa e del coordinamento della Pastorale Giovanile dell'Unità Pastorale OltreSempione) ha già svolto attività anche in campo politico e istituzionale come Presidente sia della Circoscrizione OltreSempione (eletto nelle file della Lista per Legnano prima e dell'Ulivo poi) sia della Consulta 3 del Comune di Legnano. Negli ultimi anni, pur senza un incarico pubblico, si è impegnato per la tutela e la valorizzazione del Parco Bosco dei Ronchi per il quale, in qualità di consigliere comunale, ha ricevuto un'apposita delega consigliare dal Sindaco Centinaio a Marzo 2013. Ama la buona tavola, giocare a volley e suonare la chitarra in campagnia.

Con riferimento alla commissione consiliare 3 del 23.01.17, facendo seguito a quanto precedentemente sottolineato su queste pagine, allego lettera inviata a Sindaco, componenti della Commissione, presidente del Consiglio Comunale e agli assessori competenti in cui chiedo al Sindaco di valutare l'osservazione dei Consiglieri di minoranza sull'inopportunità che il sottoscritto, delegato da parte del sindaco per la valorizzazione del Parco ex Ila sia anche socio dell'Associazione Casa Scout Parco Ila (che come noto ha ottenuto recentemente l'assegnazione delle ex inceneritore sito nel parco a seguito della manifestazione di interesse comunale del marzo 2015 al fine di contribuire all’apertura al pubblico del parco stesso).